martedì 15 maggio 2007

Big Nothing

ci sono molti modi in cui potrei riasssumere questo film, o almeno iniziare a parlarne, proviamone almeno 2:
1-Jean-baptiste andrea, con billy asher ha creato una sceneggiatura non male, al limite tra il noir classico e la commedia nera. molto ritmo, molte idee, alcune risate. peccato poi che J-B andrea l'abbia diretto, questo film.

2-negli anni i "nuovi registi" hanno scopiazzato un po' di tutto: da tarantino, de palma ecc..ecc. ma non avevo mai visto qualcuno "ispirarsi " così tanto ai primi lavori dei coen. in particolare la sceneggiatura di big nothing ha molti elementi e ricorrenze coeniane (il ricatto, il morto-non morto, il logorroico, i criminali improvvisati, l'avidità, l'eleminazione dei protagonisti, l'idea del falso ecc, Jon Polito...), il che è curioso e interessante. Peccato che poi la regia sia quantomeno sopra le righe, con schermi divisi, momenti clipponi ecc.

Insomma, big nothing è un film coeniano girato da un tamarro.

dovrei aggiungere altro?
cosa?
ah, la trama.
charlie (il david schwimmer friendsiano) è un ricercatore disoccupato che inizia a lavorare in un call centre per aiutare la moglie poliziotta a portar la pagnotta a casa per loro e loro figlia.
al call centre conosce gus (simon pegg di hot fuzz..qui ciccionissimo..mi chiedo come abbia fatto a perdere tutti quei kili in meno di un anno, tra un film e l'altro). Il quale gli propone di ricattare il prete del paese, avendo in possesso i tabulati delle sue visite in siti non francescani. al duo si aggiunge poi la femme fatale di turno Josie (alice eve). IL piano è semplice ma le cose non vanno come previsto.

ripeto, c'è il lavoro sul genere (dalla voce off e oltre), personaggi quantomeno interessanti, morti ben studiate, una struttura che sta in piedi ecc..ecc..
ripeto nuovamente: per molti versi assomiglia a di Blood simple con più ironia.

peccato che questo tipo di lavoro sul noir sono quasi 20 anni che si fa.
e con più stile.

cmq film consigliato, giusto per mettersi lì e pensare: oddio, cosa poteva diventare questa storia in altre mani.

3 commenti:

Barbara ha detto...

ma vogliamo pure parlare di film italiani appena usciti? tra i pochi, ecco che arriva finalmente "NOCTURNO BUS", ultima fatica del caro davide marengo, che dopo un iter da paura durato tre anni, riesce a terminare questa commedia noir tratta dall'omonimo libro di giampiero rigosi. Non male per il medium quality italiano, ma ancora con qualche pecca. tifate al patriottismo e scaricatevelo, i prodotti nostrani vanni supportati...anche solo per vedere la strana coppia mastandrea-titti. cinquanta centimentri di disavanzo bonario.......
babs

baskjev ha detto...

non so se gli autori sono contenti del supporto "pirata" :-)
cmq, guarda, io riesco a vedere film italiani solo a venezia.
e a giudicare da quelli che ho visto nelle ultime edizioni, potevo anche evitarmelo.
ma se te riesci a seguirli e vedi qualcosa di interessante, parlane, dai.
poi si vedrà di recuperarli in qualche modo

McManus76 ha detto...

"tifate al patriottismo e scaricatevelo" è geniale...