sabato 28 luglio 2007

Pirateria o promozione ?

Andando ad indagare meglio sul fatto che 3 episodi della terza serie di Weeds siano gia' in rete quando la prima visione in tv e' prevista per il 13 agosto su Showtime, mi sono imbattutto in qualche forum che si meraviglia di questo fatto, e ho notato che molti propendono per l'idea che non sempre si tratti di pirateria, ma voluta promozione da parte degli studi televisivi per "testare" l'episodio pilota sulla rete e in base ai commenti decidere se finanziare o meno un'intera serie. Se questo discorso non si puo' applicare a Weeds (ormai consacrato come cult) lo si puo' fare con diversi pilots di nuove serie, come ad esempio

  • Chuck: (season 1) scheduled to air on September 24, 2007
  • The Sarah Connor Chonicles: (season 1) scheduled to air on early 2008
  • Pushing Daisies: (season 1) scheduled to air on September 26, 2007
  • Californication: (season 1) scheduled to air on July 24, 2007
  • Reaper: (season 1) scheduled to air on September 25, 2007

  • Di questi elencati ho visto Californication e Pushing Daisies. Il primo ha come protagonista David Duchovny, scrittore in crisi creativa e coniugale (la moglie e' interpretata da Natascha McElhone) che passa da una donna all'altra come classica vendetta nei confronti della moglie che l'ha mollato ma di cui e' ancora innamorato. Diciamo che dopo anni di astinenza con Scully si rifa' ampiamente... Tra i due una figlia dodicenne gia' alquanto smaliziata. Dialoghi e scene forti (inizia con lui che sogna di entrare in chiesa ed una suora con le sembianze delle sua attuale amante gli propone un pompino anziche i soliti classici padre nostro o ave maria...), prodotto come Weeds da Showtime. Notazione da maiale televisivo: chi volesse vedere quanto e' cresciuta bene la bambina che interpretava la figlia del sig. Sheffield in "La Tata" e' accontentato... Qualcosa mi dice che non lo vedremo mai in Italia se non come appunto Weeds all'una di notte ad agosto.
    Qui cmq c'e' il promo sottotitolato:



    Pushing Daisies riprende invece il filone di Tim Burton, sia come situazioni che come personaggi, strani e grotteschi (i produttori sono infatti quelli di Big Fish). Il protagonista e' un bambino che scopre di avere il potere di riportare in vita qualsiasi essere vivente morto (vegetale o animale), ma se lo tocca di nuovo questi muore per sempre, e se non lo tocca entro un minuto un altro essere vivente nei paraggi muore a sua volta (non si capisce pero' con che criterio). Dopo l'inizio utile ad introdurre il personaggio, con un flash forward si arriva ai giorni d'oggi, e si vede come il bambino ormai uomo decide di sfruttare questo suo dono. Il regista del pilot e' Barry Sonnenfeld (Men in black), anche produttore esecutivo. Al momento previsti 13 episodi a partire dal 26/9/07.
    Qui c'e' il promo senza sottotitoli (ma si capisce abbastanza.... ):







    4 commenti:

    delu ha detto...

    Beh dai, dopo gli anni di panciate di cazzo duro che si è fatto dietro a quella troia frigida di Scully, direi che Mulder in questa serie si rifà con gli interessi. :)

    baskjev ha detto...

    dunque, io so "quasi per certo" che la fox con 24 ha fatto una promozione di questo genere.
    della stagione 6 erano reperibili da subito i primi 4 episodi (e chi l'ha vista lo sa che sono quasi una mini-serie) e non è la prima volta che accade.
    e ormai, sì...è una strategia promozionale bella e buona.
    (che non danneggia tanto il loro mercato..perché solo i fan sfegatati passano ore a scaricare una cosa che sarà disponibile in poche settimane gratis e senza impegno)

    baskjev ha detto...

    cmq bravo homer.
    post mooolto interessante.
    avevo sentito parlare di chuck, ma non avevo nemmeno tentato di cercarlo sapendo che non era ancora "uscito" ......
    di pushing daisies non idea...

    baskjev ha detto...

    ho visto la prima puntata di Californication.
    mi aspettavo decisamente meglio.
    l'han fatto un po' troppo coool il tipo.

    per quando riguarda invece pushing daisies, è carino con una bella ideona di base.
    ma io lo faccio rientrare nelle "serie tv tradizionali".
    ovvero, personaggio figo, con una qualità particolare
    e una serie di mirabolanti avventure.