venerdì 16 marzo 2007

Our Daily Bread


Sarà che un "documentario" ha dalla sua la possibilità di stupire perchè, per quanto male diretto, male montato, male parlato, comunque è considerato "vero", i film più interessanti visti ultimamente sono tutti brutalmente catalogabili in questo genere.
Poi in realtà si fatica a trovare altri punti in comune perchè tra la comicità pura generata dal falso personaggio di Borat, la tragica storia del Grizzly man e questa oggettiva messa in scena di una catena di montaggio, ci passa tutto il buon cinema.

In Our daily Bread non abbiamo nessun personaggio principale, nessuna voce off, anzi nessuna voce proprio, ma diverte, stupisce e spaventa solo grazie ad una oggettiva descrizione della realtà, alcune catene di montaggio di grosse industrie del cibo. Camera spesso fissa e inquadratura frontale, formalissimo e freddo nella messa in scena ma ugualmente vivo e reale, visivamente quasi sorpassa l'horror per mostrare esecuzioni fredde e operazioni chirurgiche in serie infinita... merita...anzi, non guardatelo che poi magari diventate vegani...

3 commenti:

McManus76 ha detto...

Beeeeeeeeeeeeeeeello.
Lo voglio.
Dove lo trovo?

maso.c ha detto...

ah, vedo adesso che a parte il tour di festival è uscito nei cinema in germania e austria, belgio francia e olanda, negli states...ma per ora niente penisola...ma in DVD da qualche parte lo trovi sicuro...

leda ha detto...

Io appartengo già alla categoria dei vegetariani convintissimi, chissà che non colga l'occasione per passare in effetti ai vegani. La tua recensione in tre parole mi ha convinta, mi farò del male guardando questo film. Già l'immagine che hai messo mi ha fatto venire il voltastomaco, ma guarderò lo stesso col medesimo gusto, o forse no, che ho provato nel vedere quel gioiellino che è Super Size Me.