mercoledì 7 marzo 2007

Sceneggiatori di lost

Posto questo video e (ri)apro le danze su Lost.

A parte la facile ironia credo che ogni tanto in fase di sceneggiatura siano arrivati a spararle cosi’grosse…anzi, a volte quelle piu’grosse son finite sullo schermo! (la nuvola nera che si avvicina a Etho, per dire…).

Ammetto di aver perso qualche episodio della prima serie, e sono alla terza puntata della terza serie ma la seconda me la son sparata e goduta per intero.

Serie Tv rivoluzionaria proprio per l'uso del flashback (e della tartaruga) non solo come mezzo per spiegare e integrare la narrazione, ma come elemento portante delle puntate; in pratica, non ci frega come si vive su una isola deserta, abbiamo visto cast away e migliaia di altre cose cosi’, concentriamoci sul perche' sono li', sul loro passato.

E le prime 24 puntate son filate via tra ovazioni e premi.

Nella seconda serie si e'continuato sulla stessa linea narrativa, con la notevole svolta nel mettere in scena il dharma project e the others. Cioe’ una entita’ superiore onniscente e altri survivors, anch’essi con i loro bei flashback che spiegano i vari forwhy&because. Risultato entusiasmante, meglio della prima, e vista tutta dun fiato. Ora dalle due tre puntate viste della terza serie e’ evidente che l’attenzione si va sempre piu’spostando su cio’che accade sull’isola. Non piu’ perche’ sono li’, (lo hanno gia’ detto, e usato ogni motivazioni non-plausibile possible) ma cosa succede nell’isola…e a me francamente non fregava tantissimo… spero che il dharma si riveli un covo di ex piduisti… o che il giapponese che saluta con un namaste’ (saluto indiano) si riveli un islamico al servizio della nord-korea e Jack Bauer grazie ad una tartaruga magica riesca ad arrivare sull’isola…ma seguirò la chiamata del titolare e tra poco sarò in pari.

8 commenti:

leda ha detto...

Nulla di più azzeccato di questo mini video!! Anche io devo ancora vedere la terza serie e mi domando: in effetti, tutte queste cose molto acchiappanti, tipo il piedone con quattro dita, l'orso, il giappo-indiano, tutto il progetto in generale, ipotetici mostri e non mostri o forse si, bho, il ciccione che sembra sapere qualcosa, che è legato ai numeri, il perchè sti numeri poi portino tanta sfiga e fortuna...Pechè sull'isola si guarisce e perchè le guarigioni poi ogni tanto sono revocate? Insomma, ma alla fine qualche spiegazione ce la daranno?! No, perchè tutto è fatto veramente bene, questa serie tiene incollati allo schermo, ma in fondo non è una tortura insostenibile?! Non è che ce stanno a pijà per 'c...Con tanto di cappello ovviamente!!

Marlene ha detto...

Sono d'accordo con l'analisi, ma devo ammettere che le prime puntate della terza serie mi hanno lasciata con un dubbio in più: chi sono e che lingua parlano quelli che (sembra) si trovino in Alaska, o comunque in un posto in cui fa molto freddo. Tutto dovrebbe quadrare alla fine, sembra che tutto giri in cerchio e che alla fine il cerchio finirà per chiudersi... si spera. Anche se ho già letto da qualche parte che la sceneggatura si sta un po' arrotolando su se stessa non mantenedo le promesse delle prime due serie.Staremo a guardare...

Homer ha detto...

anche io sono alquanto drogato di lost, sono arrivato all'ultima andata in onda, cioe' la decima della terza serie, e l'impressione che la sceneggiatura si stia effettivamente arrotolando su se stessa aumenta puntata dopo puntata, per un enigma "quasi risolto" ne aprono 5 nuovi (l'ultimo l'origine dei tatuaggi di Jack)... cmq se va bene risolveranno tutto all'ultima scena dell'ultima puntata che, a quanto pare, sara' l'ultima di questa serie visti i non esaltanti dati d'ascolto in america...

baskjev ha detto...

avevo visto il video su wittgenstein.it un po' di giorni fa..
cmq preparatevi domande, questioni, ipotesi e quant'altro che domani facciamo un post-forum dedicato esclusivamente a lost..
e fino alla puntata 11 della terza serie..
quindi avete 24 ore per recuperare...

intanto, per "metterci in pari" io proporrei un post a serie con annessi commenti su cose passate inosservate ecc..
giusto per fare il punto
e poi iniziamo "puntata per puntata"
(chi ha la "memoria più fresca" per riassumere la prima, si faccia avanti)

baskjev ha detto...

ah..mi sfugge chi sia il giapponese...
intendevi il coreano?
;-)

maso.c ha detto...

ok, siete alla decima puntata, attivo subito il mulo!
Pero' non credo che il vero problema (se ma ce ne fosse..) sia quello di chiudere tutti i misteri aperti, o di dargli una spiegazione plausibile; criticarlo se questo non avvenisse sarebbe come criticare i film storici perche' laggiu' in fondo, si vede un traliccio dell enel., o una comparsa si e' dimenticata di togliere l'orologio.
e' fiction, e il suo bello e' che passa ed e' passato per tutti i generi cinematografici, dal disaster movie, al thriller, all drammatico, dal film di mafia alla lovestory, sempre con grandissimi colpi di scena. Credo sia piu' interessante vedere/capire come portano avanti questa storia e se riusciranno a colpire e stupire ancora..ma attendo altre delucidazioni,

coreano-giapponese, italiano-greco, una faccia una razza.
ma rimane il namaste, solato indiano o induista, forse buddista

baskjev ha detto...

ok..il link per la "rubrica" l'ho inserito a destra
i post saranno di questo genere (e completati dai commenti):
- trama della prima serie
- trama seconda
- fatti lasciati in sospeso e tuttora privi di spiegazione
- ipotesi
- commenti a caldo sulle nuove puntate.

il tutto aricchito da link vari..(chi più ne ha più ne metta)
e guardiamo se funziona..

Marlene ha detto...

vorrei contribuire...disponibile anche per il primo episodio... ovviamente sul tardi, tipo stasera... ora sono al lavoro e mi riesce difficiel scrivere qualcosa di articolato e che abbia un senso preciso.
Se posso: ditemi come.