mercoledì 14 febbraio 2007

Perchè niente è reale

Si chiama Il vuoto, come il singolo che l'ha preceduto.
Ma è ricolmo d'amore meditativo, che dice di freschi pomeriggi primaverili.

Pensieri leggeri si uniscono alle resine dei pini
si fa chiara la mente come nuvola

Questi mi sembrano tra i versi che meglio ne esprimono lo spirito.

L'ultimo lavoro di Battiato è come acqua che scorre: sembra nulla ma è necessario alla vita.
Cinici e prevenuti si astengano.
Per gli altri si spalanchino le stagioni.

1 commento:

leda ha detto...

Caspita che post!! Va bene, mi hai convinta! Una volta apprezzavo molto Battiato, ma ultimamente non so, sembrava annaspare nel vuoto...Comunque via, andrò a cercare il suo ultimo lavoro!!